I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore.

Jacques Prévert  (Neuilly-sur-Seine, 4 febbraio 1900 – Omonville-la-Petite, 11 aprile 1977).

Instagram Slider

  • Tante luci di fronte a me Le stelle annegano nel
  • Guardavamo le stelle da piccoli E cercavamo la nostra AntoVaFe
  • Contatto Questo danza si chiama Contatto Oggi ho improvvisato due
  •  Mi racconti una storia Juan? Prima che vada a
  • Adesso io prendo la macchina che ho imparato a guidare